Perché a volte la rigidità verso i figli impedisce la loro espressività

Fin da quando siamo piccoli ci vengono imposte delle regole, giuste o sbagliate che siano rappresentano a volte dei limiti per la nostra realizzazione.

“Non fare questo altrimenti ti fai male..” “No! Non farlo ti sporchi!” “Non toccare quello, non fare questo, se non fai i compiti non guardi la tv, se no studi no diventerai mai nessuno..” “Se ti comporti bene avrai quello, se fai arrabbiare la maestra ti darà brutto voto, questo non si fa è sbagliato, quel gelato non ti piace ecc ecc”

Siamo tutti o quasi stati cresciuti così. Non c’è nulla di sbagliato nell’impartire una buona educazione ai figli e preservarli dal pericolo purchè si lasci spazio alla creatività e alla scoperta del bambino.

Vedo spesso genitori spazientiti che rimproverano figli anche piccolissimi per il solo fatto di aver toccato un oggetto sui ripiani di un mobile o per aver cercato di raggiungere qualcosa che non fa parte dei loro giochi.

E parte subito è un coro di: No! No! Non si tocca!

Credo che essere genitori sia un compito assolutamente difficile e non c’è nulla di male nel fare errori, nessuno è perfetto ma si dovrebbe imparare dagli sbagli sopratutto se c’è di mezzo la crescita di un essere umano.

Provate a pensare, è come se noi fossimo desiderosi di toccare o scoprire qualcosa e ci viene detto sempre di no. Credo che questo atteggiamento a lungo andare smorzi la curiositá di un bambino e crescendo diminuiscano sempre di più i suoi stimoli.

Si può evitare che un bambino faccia qualcosa che non vogliamo semplicemente distogliendo la sua attenzione dall’azione senza rimproveri verbali ad alta voce e cercare di intrattenerlo con qualche altra attività.

Probabilmente ad alcuni genitori mancano le energie, il lavoro è pesante, le giornate sono stressanti e si rischia che quella poca pazienza rimasta venga compromessa ed esternata in maniera sbagliata.

Ricordate che quei piccoli esseri umani un giorno cresceranno e voi sarete sempre il loro punto di riferimento. Anche se vi tolgono un sacco di energie pensate a come sia bello per loro avere la libertà di potersi esprimere senza condizionamenti e senza giudizio. Non siate voi a crearglieli , lasciateli liberi di farlo, lasciate che siano loro ad imparare dai loro sbagli, non anticipateli sempre.

Un’educazione troppo rigida caratterizzata da rimproveri ad alta voce rischia di farli sentire insicuri nel muovere i propri passi, cercheranno sempre la vostra voce e la vostra approvazione perché sono stati abituati così sin da piccoli. “Non lo faccio altrimenti i miei genitori si arrabbiano”, “meglio che chiedo prima a mamma e papà se posso farlo”

Ovviamente sto parlando di situazioni leggere della vita di tutti i giorni, non sto parlando di temi più seri o situazioni comportamentali che hanno alla base altre problematiche. Mi riferisco alla libertà di espressione che dovrebbero avere tutti i bambini.

Credo solamente che piccoli accorgimenti possano giovare la crescita di un bambino. Anche se a volte avete esaurito la pazienza e per calmare vostro figlio lo piazzate davanti alla tv o allo smartphone cercate di non farlo. Siamo cresciuti bene anche in un epoca in cui non esistevano, preserviamo i nostri figli da queste distrazioni che tutto hanno fuorché sviluppare la creatività.

Siate bambini anche voi con loro, giocate, parlategli, fategli tante domande, rendeteli curiosi, raccontate loro tante belle storie, siate sempre un modello da emulare non da suscitare paura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: