La missione di vita

Ogni essere umano ha un compito speciale su questa terra. Si chiama missione di vita.

Spesso mi chiedo quale sia il mio posto nel mondo, quale sia la mia missione qui su questa terra, se io, come essere umano ho un compito speciale.

E sono arrivata alla conclusione che tutti noi abbiamo l’opportunità e sopratutto il dovere di scoprire cosa ci siamo venuti a fare qui, su questo pianeta.. Sapete perché?

Perché quando avrete scoperto ciò che è stato appositamente disegnato per voi, ciò che vi farà balzare giù dal letto di felicità ogni mattina pensando che un nuovo giorno è a vostra piena disposizione per fare ciò che realmente amate, e tutto ciò vi farà sentire VIVI, la vostra vita non sarà più la stessa..

Forse questo periodo di quarantena vi ha fatto riflettere, forse tante domande non avete avuto il coraggio di farvele, o semplicemente siete stati troppo presi a fare dell’altro, a cimentarvi in tante e più cose pur di far passare il tempo, a guardare ore ed ore di serie tv, il che ci può anche stare, ma magari avete dimenticato la cosa più importante in questo periodo di stop; l’aver ascoltato più da vicino la vostra parte interiore, quella più intima a cui avete accesso solamente voi. Questo ha portato ancora una volta ad accantonare quel progetto che vi ronza nella mente da molto tempo o quell’ idea un’po stravagante che vi ha acceso una lampadina per caso e avete deciso per l’ennesima volta di mettere tutto da parte per tempi migliori..

In realtà non ci sono tempi migliori per la missione di vita.

Magari essa stessa e’racchiusa in quelle idee che vi balzano nella mente da un momento all’altro ma che credete che siano troppo assurde o poco realistiche per metterle in pratica..O meglio ancora la mancanza di autostima, la scarsa fiducia in voi stessi e la paura di essere giudicati vi blocca.

Chissà magari la vostra missione di vita e’ proprio lì e voi non ci avete fatto caso..

Io tutt’ora non so quale sia, ma sento un impulso interiore che mi spinge a voler sapere e cercare ciò che più mi appartiene e ciò che è più in risonanza con il mio essere.

Mi Viaggio Dentro ormai da un paio di anni, da quando ho capito che non bisogna accontentarsi di fare ciò che non è più in sintonia con la nostra anima, tutti noi prima o poi sentiamo una voce interiore che ci dice: “e se provassi a realizzare il tuo sogno?” “E se provassi a cambiare?” Ma subito la mente razionale mette a tacere quella vocina: “Non hai le capacità! Ci vogliono un sacco di soldi, in più, sei al verde! Dove vuoi andare?” e ancora: “C’è un sacco di gente che ci ha provato e ha fallito” e via dicendo..

La mia anima mi chiedeva di varcare dei confini che a me facevano paura. Mi chiedeva di rischiare. Ed io rimanevo ferma per non deludere le aspettative, per la paura di non portare a termine gli impegni presi o per pura paura di andare verso l’ignoto. Mi mancava letteralmente il coraggio di buttarmi.

Pian piano però ho rischiato.

Ho dato ascolto a questa voce interiore ed improvvisamente la vita mi ha risposto. Mi ha agevolato in tutto e tutt’ora mi sta accompagnando nella ricerca della mia missione. Faccio i miei errori, le mie scoperte, le mie figure, ma non voglio precludermi l’opportunità di provare.

So che presto la troverò. la mia missione, perché tutto ciò che sto facendo, le persone che sto incontrando, i luoghi che sto vivendo, tutto ciò mi porterà a quel traguardo. E quel giorno so che sarà bellissimo, sarà un momento di pura estasi, immaginariamente come l’unione di tanti puntini che mi portano a chiudere un cerchio.

Tutto questo io lo chiamo REALIZZAZIONE PERSONALE.

Ci sono tante persone realizzate, avvocati, medici, artisti, cantanti, ballerini, insegnanti e chi più ne ha chi più ne metta..e ci sono anche persone come me che ancora non hanno trovato quella cosa che ti fa sentire completamente al proprio posto, che ti riempie le giornate e via dicendo..

Non sto dicendo che io non sia felice, anzi, sto vivendo uno dei periodi migliori della mia vita, solo che quando inizi a Viaggiarti Dentro non ti accontenti più di stare in un luogo che non ti piace, non frequenti più persone che non vibrano alla tua stessa frequenza e sopratutto vuoi iniziare a conoscerti sempre più in profondità..

Ciò che noi siamo destinati a fare non mi piace neanche chiamarlo “lavoro”. Ormai questa parola fa più pensare a dei doveri più che a dei piaceri..

Mi piace chiamarla missione terrena, ovvero per me, la più alta forma di felicità. Quella cosa che non ti fa dire:”oddio è già lunedì! Devo tornare a lavoro..” perché in realtà non si smette mai di “lavorare”, la nostra anima è in continuo movimento a sostegno di ciò che ci rende felici..

Non smettete mai di cercare. E se avete già trovato la vostra missione di vita, complimenti, presto ci sarò anche io!

E voi avete già trovato la vostra missione di vita?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: